Tel. +39 045 6095166   |   lead@pantherm.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO PANTHERM PER IL RISTORANTE DELL’ALBERGO DELL’AGENZIA

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO PANTHERM PER IL RISTORANTE DELL’ALBERGO DELL’AGENZIA

L’Agenzia di Pollenzo a Bra (Cn) è una struttura neogotica dell’800, che dopo il restauro è diventata un grande complesso a “corte”, che ospita l’Albergo dell’Agenzia, l’Università di Scienze Gastronomiche, la Banca del vino e il ristorante Guido. L’idea era quella di creare un luogo dove potesse risiedere l’enogastronomia intesa sia come scienza che come piacere della vita.

posa pannelli Pantherm

“Recentemente, visto il notevole incremento di clienti, si è pensato di ampliare il ristorante dell’Albergo – dichiara Luciano Piana, amministratore delegato dell’Agenzia – ma, limitati dai vincoli storici dell’edificio,  abbiamo studiato una soluzione moderna adiacente ed esterna a quella esistente. La struttura di 200 mq, non è costituita da muratura, ma presenta uno scheletro di ferro della carpenteria Falcone, circondato su ogni lato da vetrate, per permettere agli ospiti di poter apprezzare il contesto ambientale, durante la pausa culinaria”.

La richiesta della committenza era quella di installare un impianto innovativo che, oltre a garantire un comfort climatico durante tutto l’anno, raggiungesse prestazioni molto elevate nel periodo estivo raffrescando l’ambiente e ottenendo inoltre una riduzione dei costi di consumo e di mantenimento, col risultato di un notevole risparmio energetico. Lo studio termotecnico Saracco & Lanzetti, in collaborazione  con l’installatore Augusto Gaiero, entrambi di Alba (Cn), hanno scelto così una soluzione impiantistica moderna e all’avanguardia, optando per un sistema di riscaldamento a pannelli radianti Pantherm, azienda veronese leader nel settore, che funzionasse anche per il raffrescamento estivo.

 

Il sistema Pantherm, utilizzato su l’intera superficie, PANTHE-TOP 3025, conforme alla norma UNI-EN 1264, è composto da pannelli bugnati in EPS, dello spessore di 3 cm, rivestiti con film PE alluminato; veloci e precisi da posare grazie alla battentatura ad incastro su 4 lati, hanno un’elevata resistenza alla compressione e una buona stabilità termica e chimica. I tubi posizionati sono in polietilene PE-Xb ad alta densità con barriera d’ossigeno EVOH coestruso e diametro 17×2 mm; le graffe per il fissaggio tubo invece, sono in materiale termoplastico; la fascia perimetrale in polietilene espanso a celle chiuse, ha un lato completamente adesivo per il fissaggio a parete e il foglio barriera vapore utile per bloccare l’umidità di risalita dal sottosuolo.

“Il massetto del ristorante – spiega Sergio Monchiero dell’impresa edile che ha eseguito i lavori – è stato posato con l’additivo fluidificante Pantherm, a base di polimeri naturali e di sintesi, che ci ha aiutato ad aumentare la lavorabilità del calcestruzzo anche a bassi rapporti acqua/cemento. Questo liquido, infatti, conferisce al getto elevata compattezza ed elasticità, riducendo al minimo il rischio di fessurazioni da ritiro e migliorando la resistenza agli agenti aggressivi”.

collettore villa Pantherm

Per la distribuzione dell’acqua nell’impianto radiante sono stati installati, i collettori MANITOP interamente in materiale termoplastico, a comando termostatizzabile, completi di centralina di regolazione e rilancio MIX-PF con valvola termostatica a punto fisso. Le centraline Pantherm servono ad abbattere la temperatura dell’acqua prodotta dalla caldaia (normalmente tra i 55-70°C), sino a 30-45°C, quanto necessario per rilanciarla all’impianto a pannelli radianti a pavimento, cioè a bassa temperatura.  “Sono stati scelti questi collettori termoplastici – puntualizza l’agente Marino Tasca – perché hanno una bassissima perdita di carico e permettono una distribuzione più uniforme su ogni anello di circuito. Sono inoltre ideali per il raffrescamento estivo perché il materiale termoplastico, rispetto all’ottone, evita la formazione di condensa sul collettore stesso. Assicurano poi un’elevata resistenza agli agenti chimici, alla corrosione e al calcare”.

 

Il sistema di riscaldamento e raffrescamento radiante Pantherm, permette di ottenere elevato grado di comfort e un benessere naturale. D’inverno il calore viene distribuito uniformemente nell’ambiente e la mancanza di moti convettivi dell’aria, riduce le polveri sospese e favorisce la miglior qualità dell’aria respirata. D’estate, si evitano possibili problemi alle vie respiratorie senza i malsani getti d’aria tipici dei condizionatori, che producono una sensazione di fresco forzato e non ultimo, un fastidioso rumore di fondo. Il consumo energetico di questa tipologia d’impianto, può essere valutato in circa la metà di quello di un sistema tradizionale di condizionamento, mentre per quanto riguarda il riscaldamento si può stimare un risparmio di circa il 30% sui costi di gestione. Un ulteriore vantaggio è l’assenza di qualsiasi tipo di manutenzione ordinaria, però è di estrema importanza, caricare in modo corretto l’impianto, accertandosi che non vi sia presenza di aria e inserire nel circuito il liquido filmante anti alghe.

“Il progetto – conclude l’architetto Saracco – prevedeva inoltre la realizzazione sul tetto, di un giardino pensile con un ruolo non solo estetico e di miglioramento dell’inserimento paesaggistico della nuova struttura, ma anche per garantire una durata maggiore dell’impermeabilizzazione proteggendolo dagli agenti atmosferici e per migliorare l’isolamento termico della copertura, favorendo un ulteriore risparmio energetico”.

 

 

 

Dati installatore
Augusto Gaiero
Vittoria d’Alba (Cn)

Dati progettista
Studio Termotecnico Saracco & Lanzetti
C.so Piave
Alba (Cn)