Tel. +39 045 6095166   |   lead@pantherm.it

Riqualificazione energetica

Riqualificazione energetica

Riqualificazione energetica

Riqualificazione energetica e risparmio enegetico: come funzionano le detrazioni Ecobonus, diverse in base agli obbiettivi raggiunti

Sogetti fruitori :

Possono usufruire della detrazione fiscale tutti i soggetti che sostengono spese per interventi su Edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari posseduti o detenuti, ovvero:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti di arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche: i titolari di un diritto reale sull’immobile, i condomini per gli interventi sulle parti comuni condominiali, gli inquilini. Chi detiene l’immobile in comodato.
Sono ammessi a fruire dell’agevolazione anche i familiari (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo), conviventi con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori eseguiti sugli immobili nei quali può esplicarsi la convivenza.

Presentazione delle domade:  per poter fruire della detrazione fiscale sulla riqualificazione energetica le domande dovranno essere presentate entro il 31 dicembre 2018.

Riqualificazione energetica ,tetto massimo di spesa per usufruire della detrazione :

  • Riqualificazione energetica edifici esitenti : limite di spesa massimo 100.000 euro
  • Interventi sull’involucro degli edifici: limite di spesa massimo 60.000 euro
  • Installazione pannelli solari : limite di spesa massimo 60.000 euro
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione :limite di spesa massimo 30.000
  • Acquisto e posa delle schermature solari : limite di spesa massimo 60.000
  • Acquisto e posa di impianti di climatizzazione invernale alimentati da generatori di calore a biomasse combusitibli :limite di spesa massimo 30.000
  • Installazione di sistemi multimediali, per il controllo a distanza degli impianti: nessun limite imposto.

Come pagare gli interventi di riqualificazione energetica?

L’azgenzia delle entrate ha definito come pagare, gli interventi di riqualificazione energetica,dividendo i soggetti in due categorie:

  • Privati: Il pagamento degli inteventi di riqualificazione energetica devo essere pagati, attraverso un bonifico parlante, indicando nelle clausole l’apposita dicitura in base all’ agevolazione spettante,codice fiscale del beneficiario dell’agevolazione, Partita Iva o Codice Fiscale del soggetto al quale si sta effetuando il pagamento.
  • Titolari d’impresa: Non vi è nessun tipo di obbli nell’utilizzo del bonifico parlante, va invece conservata tutta la documentezione per poter provare le spese sostenute.